logo

scritta

Social Accountability Systems

La scommessa di una impresa che ha scelto di sostenere le narrazioni sociali, la valutazione di risultati non economici, la qualità del sociale e tutti i sogni di chi si impegna dentro spazi di futuro per il mondo dei ragazzi.

Da settembre 2017: nuovi percorsi Euricse per le imprese sociali

#Impatto #Comunità e #Welfare, queste le parole chiave dei tre percorsi che Euricse proporrà da settembre 2017 a manager e operatori di imprese sociali e organizzazioni nonprofit.

L’obiettivo è offrire una formazione agileconcreta e su misura: ogni modulo prevede infatti due soli incontri (per un totale di 24 ore in aula) dove nel primo, dedicato alla docenza, indagheremmo le tendenze evolutive del settore e nel secondo, più pratico e strutturato in forma laboratoriale, accompagneremo i partecipanti nello sviluppo di un project work che potranno applicare immediatamente nelle proprie organizzazioni. http://www.euricse.eu/it/al-via-la-formazione-dirigenti-euricse/

Sgravi contributivi legati all'alternanza scuola lavoro

La Legge di Bilancio per il 2017, attualmente all'approvazione della Camera, contiene alcune novità che se confermate saranno utili per il mondo giovanile. Se gnaliamo in particolare la proposta di sgravio contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato  effettuati entro sei mesi dall'acquisizione del titolo di studio di studenti che abbiamo svolto presso il medesimo datore di lavoro, in particolare vale la pena di segnalare:

  • attività di alternanza scuola lavoro pari almeno al 30% delle ore di alternanza  previste dall'art. 1. c.33 della legge 107/2015 (quindi 120 ore per gli sitututi tecnici e 60 ore per i licei)
  • 30% del monte ore previsto per le attività di alternanza  all'interno  dei percorsi di istruzione professionale erogati ai sensi del  D.lg. 226/2015.

Emanate le disposizioni contro lo spreco di alimenti ed abiti usati

Emanate le disposizioni contro lo spreco di alimenti ed abiti usati

È stata pubblicata la legge riguardante la donazione e la distribuzione di alimenti e farmaci, al fine di limitarne gli sprechi e la produzione di rifiuti.

Questa norma ha l'obiettivo di:

- destinare le eccedenze alimentari ed i farmaci a fini di solidarietà sociale;

- ridurre la produzione di rifiuti, anche attraverso la promozione del riuso e del riciclo dei prodotti, ed il loro smaltimento in discarica.

A tale scopo, gli operatori del settore alimentare possono cedere gratuitamente le eccedenze alimentari per scopi benefici, per la produzione di alimenti per animali o per trattamento di autocompostaggio o compostaggio di comunità.

Segnaliamo inoltre che, allo scopo di incentivare tali azioni, i Comuni possono applicare una riduzione della tariffa per il trattamento dei rifiuti urbani, proporzionale alla quantità certificata di beni e prodotti ritirati dalla vendita e donati.

Approfondisci l'articolo su Punto sicuro