logo

scritta

Social Accountability Systems

Sosteniamo le narrazioni sociali, la valutazione di risultati non economici, la qualità del sociale e tutti i sogni di chi si impegna dentro spazi di futuro per il mondo dei ragazzi.

Social Audit per le supply chains

Il controllo etico e sociale, per dirla in altri termini di "sostenibilità", delle catene di fornitura è diventato un fattore strategico fondamentale per le aziende operanti nel campo della grande distribuzione e dei marchi di lusso. Il crescente valore intrinseco e immateriali dei beni che consumiamo rende il fattore "reputazionale", un valore aggiunto irrinunciabile, al quale non si può rinunciare, salvo perdere quote di mercato o buttare al vento investimenti costosissimi di marketing e pubblicità. 

Gli stessi produttori hanno così fatto nascere codici etici  adatti alle loro catene di fornitura, il tutto spesso supportato da banche dati dove raccogliere "le qualifiche" di fornitori in regola con i i codici etici emanati.

Parallelamente  ai codici etici sono cosi nati percorsi di audit, appunto i SOCIAL AUDIT, per monitorare il rispetto dei codici etici sottoscritti. Non si tratta più di audit condotti nel contesto di certificazioni di sistema  (come le norme ISO e la SA8000),  quanto piuttosto percorsi di compliance (vere e proprie attività di ispection)  rispetto a principi e aspetti etici selezionati e ritenute fondamentali dalla rete delle aziende nel mondo. L'audit diventà, in tale modo, sempre più "taylor made", strutturato ad hoc dalle aziende al vertice della filiera di fornitura per assicurare risposte adeguate alle proprie esigenze di etica commerciale e produttiva.

In realtà, è però vero che  gli aspetti centrali della maggior parte dei  social audit promossi e sostenuti dai produttori e distributori mondiali,  si rifanno,nella loro impostazione, proprio ai principi della SA8000 e quindi vanno ad affrontare i temi della sicurezza sul lavoro, della corretta retribuzione e contrattualizzazione dei lavoratori,  la prevenzione delle discriminazioni  e la libertà sindacale.

Le competenze per la conduzione dei SOCIAL AUDIT

La connessione fra i  requisiti della norma SA8000 e i contenuti dei principali Social Audit ha fatto si che le figure di riferimento per la conduzione di questa tipologia di verifiche è stata ricercata proprio  tra gli auditor SA8000 operanti già da tempo nel campo della certificazione. Formarsi alla valutazione nel campo etico è un percorso lungo che necessita di competenze e conoscenze aperte su vari fronti: la sicurezza, la normativa del lavoro,  una certa conoscenza sui temi della gestione del rischio applicato alla responsabilità sociale e alla gestione della qualifica fornitori.

Sono molteplici le sigle di social audit attualmente strutturati e proposti da reti produttive internazionali: SMETA/SEDEX; BSCI; INDITEX; URSA. (Approfondisci i contenuti dei vari assessment,vai all'area "materiali e documenti" del sito)

 

I servizi erogabili

L’esperienza maturata in molti anni di attività di assessment  sugli standards etici,  consente a SISOCIALE di assicurare servizi utili a vantaggio delle aziende. Fabio Fornasini all'interno di SISOCIALE, tra l'altro, è auditor di social audit di seconda parte su catene di fornitura per conto dell'ente di certificazione DNV GL.

  • servizi di consulenza per aziende del territorio destinatarie di  un Social Audit su richiesta di un primario cliente. In genere questo tipo di audit sono prove importanti per le aziende che si trovano a fare parte di catene di fornitura legati a grandi marchi. Rimanere fuori dalla qualifica “social”, significa perdere importanti  porzioni di lavoro per la propria azienda.  La presenza di consulenti qualificati consente di supportare le aziende in questi percorsi, sostenendole nel momento in cui sono chiamate a ricevere gli auditors esterni inviati dalla rete di appartenza. Non tutte queste novità vengono per nuocere. Per un fornitore anche di piccole dimensioni, prepararsi ad un audit sociale, significa fare un checkup completo della propria gestione, ricalibra l'azienda rispetto alle normative più importanti nel campo del lavoro, dell'ambiente e della sicurezza.
  • servizi di SOCIAL AUDIT per reti di produttori e distributori che vogliano implementare un sistema di monitoraggio sulle proprie catene di fornitura.