logo

scritta

Social Accountability Systems

La scommessa di una impresa che ha scelto di sostenere le narrazioni sociali, la valutazione di risultati non economici, la qualità del sociale e tutti i sogni di chi si impegna dentro spazi di futuro per il mondo dei ragazzi.

SISOCIALE e l'alternanza scuola lavoro

Con la legge 107/2015, nei commi dal 33 al 43 dell’articolo 1, si sistematizza l’alternanza scuola lavoro nel secondo ciclo di istruzione, attraverso la previsione di percorsi obbligatori di alternanza nel secondo biennio e nell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado, stabilendo una differente durata complessiva rispetto agli ordinamenti: almeno 400 ore negli istituti tecnici e professionali e almeno 200 ore nei licei.

Approfondisci il progetto attivato da SISOCIALE e NOI Verona

Sostenere le aziende per rendere l'esperienza dell'alternanza scuola lavoro un vero percorso di responsabilità sociale.

Si stima che nel triennio 2016-2018 saranno circa 1,5 milioni gli studenti coinvolti nelle attività di alternanza scuola lavoro, questa crescita, per quanto riguarda il numero degli alunni, dovrà essere necessariamente corrisposta da un aumento degli enti di accoglienza. Ci sarà quindi un forte bisogno di aziende disponibili ad accogliere sempre più studenti all’interno delle loro imprese, anche attraverso la realizzazione di progetti innovativi che permettano agli alunni di acquisire diverse competenze; questa disponibilità può essere letta come un gesto di responsabilità sociale nei confronti della comunità nella quale le aziende operano.

Aiutare e collaborare per sostenere progetti di ASL in centri giovanili e oratori.

I Centri Giovanili e gli oratori possono essere luoghi utili e funzionali alla sperimentazione dell’Alternanza Scuola Lavoro. In altre parole, i Centri Giovanili potrebbero diventare un luogo dove cimentarsi in attività collegate alla crescita di competenze utili al proprio futuro professionale. Con l’avvio di progetti di alternanza scuola lavoro, e con la dovuta formazione dei tutor interni, i centri giovanili, tradizionalmente luoghi per il tempo di libero, diventano spazi di costruzione di softskills utili per completare la formazione scolastica.

Formazione dei tutor esterni ai diversi enti di accoglienza.

L’ospitalità e l’accoglienza dei ragazzi presso un’azienda o un ente è un aspetto molto rilevante per le attività di alternanza scuola lavoro. Per questa ragione SISOCIALE è pronto ad offrire una formazione per i TUTOR INTERNI degli ambienti di accoglienza. Un incarico fondamentale per garantire un adeguato accompagnamento dei ragazzi coinvolti in un dialogo costruttivo e proficuo con la scuola.
I corsi saranno organizzati da SISOCIALE in collaborazione con i diversi enti di accoglienza.
Percorsi che consentiranno di acquisire competenze su:

  • Criteri di tutoraggio nei percorsi di alternanza scuola-lavoro
  • Lo stile di accompagnamento
  • Introduzione alla normativa su Alternanza Scuola-Lavoro
  • Accogliere i ragazzi “in sicurezza” (D.L. 81/08)
  • Il monitoraggio dell’esperienza di ASL.

La rete dei tutor interni qualificati potà essere supportata  grazie  al supporto dello staff di SISOCIALE.

Se desiderate approfondire il tema dell'alternaza scuola lavoro potete consultare questo nostro articolo pubblicato sul sito di SISOCIALE.